VIAGGIO E WORKSHOP FOTOGRAFICO IN ISLANDA

Viaggio in Islanda: cosa vedere e fotografareDestinazioniViaggio in Islanda: cosa vedere e fotografare

Viaggio in Islanda: cosa vedere e fotografare

spiagfgia nera islanda

Se ammirare e fotografare i paesaggi selvaggi è la tua passione e non hai ancora fatto un viaggio in Islanda, credimi, è davvero ora che tu prenoti quel biglietto aereo.

Non c’è probabilmente posto sulla faccia della terra che dovrebbe trovare posto più urgentemente nella tua lista di viaggi dei sogni.

(Perché ne hai una anche tu, non è vero?)

L’Islanda è, per i fotografi paesaggisti, una delle località con il maggior potenziale fotografico. Vulcani maestosi, cascate enormi, lagune colorate, geyser che sparano vapore nell’aria, spiagge nere puntellate di cristalli che sembrano stelle, casette colorate e scenografiche, cavalli selvatici…devo andare avanti?

Se non vedi l’ora di mettere alla prova tutto quello che hai imparato sulla fotografia e dare sfogo alla tua creatività durante un viaggio in Islanda, ti assicuro che in questo articolo troverai delle notizie succulente e interessanti su cosa vedere in Islanda, ma soprattutto su cosa fotografare (in fondo siamo fotografi in viaggio, no?).

E se sei in cerca di un viaggio in Islanda che combini la tua voglia di esplorare con la tua passione per scattare foto a volontà, dai un’occhiata al nostro viaggio di gruppo con SiVola: un viaggio fotografico in Islanda pensato sia per i fotografi esperti che per chi vuole migliorare le proprie foto sul campo, anche con un semplice smartphone!

Viaggio in islanda con fotografinviaggio

Quando andare in Islanda? Periodo migliore in base a ciò che vuoi fotografare

Il bello di quest’isola vulcanica è che non c’è praticamente un periodo migliore di un altro per visitarla: in ogni stagione potrai portare a casa ricordi e scatti straordinari.

Anzi penso che un fotografo appassionato di viaggi dovrebbe andare in Islanda almeno 4 volte nella sua vita, per vederla in tutte le stagioni.

Ogni stagione in Islanda offre esperienze uniche, dalle spettacolari aurore boreali in inverno ai paesaggi verdi e le lunghe giornate estive.

I luoghi ricoperti per la maggior parte della loro superficie di natura, e quindi di cascate, colline, rocce, ghiacciai, spiagge e vulcani, appaiono letteralmente diversi a seconda della stagione in cui si visitano.

Questo vuol dire che se hai visitato l’Islanda durante il periodo invernale, il tuo diletto sarà stato quello di fotografare l’Aurora Boreale (o almeno lo spero per te), di sicuro ti mancano gli scatti dei primaverili o autunnali.

In questa guida, esploreremo i motivi per visitare l’Islanda in ogni stagione, cosa vedere, le destinazioni ideali e consigli utili, fotografici e non solo, per ogni periodo dell’anno.

Autunno e inverno in Islanda: aurora boreale e altre meraviglie

L’autunno e l’inverno in Islanda sono sicuramente stagioni più difficili, con freddo, neve e ghiaccio sulle strade, giornate brevi, ma offrono esperienze uniche che non si trovano in altre stagioni.

Durante l’autunno i paesaggi si trasformano in un’esplosione di colori caldi, con le foglie che virano al rosso e all’arancione, creando scenari perfetti per la fotografia del foliage.

L’inverno, invece, trasforma l’isola in un paradiso innevato, con ghiacciai scintillanti, grotte di ghiaccio e i paesaggi che sembrano usciti da Frozen.

E poi c’è lei, il principale motivo per cui visitarla in queste stagioni: la possibilità di vedere l’aurora boreale in Islanda, di cui ti parlerò tra poco.

Temperature in Islanda in Inverno

Nonostante quello che potresti pensare, in Islanda non diventa davvero FREDDO come in altri luoghi alla stessa latitudine.

Se in autunno le temperature medie si aggirano intorno ai 0-10°C, con giornate che possono essere abbastanza miti ma serate fresche, in inverno le medie stanno intorno allo zero ma possono arrivare fino a -10°C o meno, soprattutto nelle zone interne e al nord.

Le ore di luce diventano molte meno, con circa 4-7 a gennaio, mentre nel tardo autunno e all’inizio della primavera c’è ancora un giusto compromesso tra la possibilità di vedere l’aurora e le ore di luce abbastanza abbondanti.

Ma veniamo a lei…

Aurora Boreale in Islanda

aurora boreale islanda

L’Islanda è uno dei migliori posti al mondo per vedere l’aurora boreale, non solo per la probabilità di avvistarla, ma perché lo si può fare sopra paesaggi davvero incredibili.

Un’occasione fotografica ghiotta, insomma.

Il periodo migliore per osservare questo fenomeno naturale è tra settembre e aprile, con picchi di visibilità durante le notti fredde e serene dell’inverno.

Come dicevo, l‘ideale è il periodo che va da metà ottobre a metà novembre, per combinare le crescenti possibilità di avvistamento con temperature più clementi e giornate ancora abbastanza lunghe.

Fotografare l’aurora boreale in Islanda

Siccome ovviamente il tuo sogno sarà fotografare l’aurora boreale, se vai in Islanda in questo periodo, ti consiglio di prepararti adeguatamente.

Idealmente avrai bisogno di attrezzatura fotografica come un treppiede per le lunghe esposizioni, e una fotocamera con capacità di regolazione manuale.

Ma in realtà se l’aurora è abbastanza forte e il tuo smartphone fotocamera abbastanza recente, potresti portare a casa incredibili foto dell’aurora boreale col cellulare semplicemente.

Non dimenticarti di vestirti ben bene: strati su strati, guanti fotografici come i nostri Vallerret, e soprattutto scarponcini ben imbottiti per il lungo tempo che passerai in piedi sulla neve.

Le località migliori per osservare l’aurora includono:

  • Reykjavík: Anche se è una città, nelle serate serene è possibile vedere l’aurora dalle aree meno illuminate.
  • Parco Nazionale di Thingvellir: Situato a circa un’ora da Reykjavík, è un luogo ideale per evitare l’inquinamento luminoso.
  • Jökulsárlón: La laguna glaciale offre uno scenario mozzafiato per vedere le luci del nord riflettersi sull’acqua.

Ti piacerebbe fotografare tutto questo?

three men standing near waterfalls

Parti con noi nel viaggio di gruppo in Islanda a novembre

Dal 1 novembre 2024 per 8 lunghi e intensi giorni partiremo alla scoperta dei luoghi più belli dell’Islanda, a bordo di veicoli 4×4 in un viaggio fotografico in Islanda quasi all-inclusive!

Andremo anche a caccia dell’aurora boreale e ti insegneremo come fotografarla, e come portare a casa scatti incredibili di questo Paese.

Non sarà il solito viaggio fotografico solo per professionisti, ma un’occasione per imparare tutti insieme e migliorarsi sul campo con il team di Fotografinviaggio.

Vieni con noi?


Luoghi Migliori da Vedere in Inverno in Islanda

Durante l’inverno, l’Islanda offre una vasta gamma di luoghi straordinari da visitare. Ecco alcuni dei migliori:

  • Blue Lagoon (Reykjanes Peninsula): Famosa per le sue acque geotermiche calde, la Blue Lagoon è un’attrazione imperdibile in inverno. Goditi un bagno rilassante mentre sei circondato da un paesaggio innevato.
  • Cascata di Gullfoss (Golden Circle): Questa imponente cascata è ancora più spettacolare in inverno, quando ghiaccio e neve si combinano per creare un panorama fiabesco.
  • Reynisfjara (Costa Sud): La spiaggia di sabbia nera vicino a Vik è un luogo affascinante da visitare in inverno, con le sue imponenti colonne di basalto e onde tumultuose.
  • Parco Nazionale di Vatnajökull (Sud-Est): Ospita il più grande ghiacciaio d’Europa. In inverno, è possibile esplorare le incredibili grotte di ghiaccio, formazioni naturali di rara bellezza.
  • Húsavík (Nord): Conosciuta come la capitale delle balene dell’Islanda, offre anche ottime possibilità per avvistare l’aurora boreale.

Primavera ed estate in Islanda: il risveglio della natura

fotografare islanda lupini

La primavera è il periodo in cui la natura si risveglia dopo il lungo inverno. Le giornate iniziano ad allungarsi e le temperature diventano più miti, rendendo questo un momento ideale per esplorare l’isola.

In estate le giornate diventano lunghissime, specie a giugno, grazie al fenomeno del “sole di mezzanotte”.

In media ci sono circa 20-22 ore di luce al giorno, con il sole che tramonta intorno alla mezzanotte e sorge nuovamente intorno alle 3 del mattino, senza che il cielo diventi completamente buio​​. Questo permette di sfruttare al massimo il tempo per esplorare le bellezze naturali dell’isola.

Temperatura in Islanda in estate

Durante la primavera (marzo, aprile, maggio) le temperature medie si aggirano tra 0°C e 10°C, con giornate che si allungano rapidamente fino a quasi 20 ore di luce diurna alla fine di maggio.

In estate (giugno, luglio, agosto), le temperature sono più “miti” (comunque sempre fresche e ventose) e variano da 10°C a 15°C.

Questi sono ovviamente i periodi più frequentati.

Tutti vogliono fotografare i paesaggi islandesi in queste stagioni, perché è il migliore periodo dell’anno.

Perché? Ma ovviamente perché ci sono le stupende fioriture che esplodono in tripudi di colori e rendono i paesaggi degni di una cartolina.

Se anche tu hai già fotografato la fioritura della lavanda in tutte le sue tonalità e in tutte le zone d’Europa, hai anche un bel repertorio sulla fioritura dei tulipani in Olanda, allora stai leggendo l’articolo giusto.

Ti svelerò un segreto: una delle mete più particolari e belle in Europa in cui poter fotografare una fioritura davvero unica è proprio questa.

Sto parlando del coloratissimo fenomeno della fioritura dei Lupini in Islanda.

Fioritura lupini in Islanda: fotografare i paesaggi islandesi

fioritura lupini islanda

Se ami esplorare luoghi nuovi, viaggiare e raggiungere posti immersi nella natura per cogliere l’essenza della magia di quel luogo, allora sicuramente adori la fotografia paesaggistica per immortalarlo in una serie di scatti indimenticabili.

Fotografare i paesaggi ritengo che sia una forma di meditazione: vivi il momento presente, lo assapori e lo gusti fino all’ultima chiusura dell’otturatore.

Proprio in Islanda io ho sperimentato maggiormente questa magia, grazie a una fioritura spettacolare, diversa, selvaggia.

Tra le tante meraviglie naturali di questo Paese, uno spettacolo che si distingue particolarmente è la fioritura dei lupini.

Ogni estate, vasti campi di lupini trasformano il paesaggio islandese in un mare di fiori viola, offrendo un’opportunità unica per gli appassionati di fotografia di paesaggio.

Tuttavia, la presenza massiccia di questi fiori ha anche un lato oscuro… lo scoprirai leggendo il resto dell’articolo.

Infattim visto che io ho visitato l’Islanda proprio nel periodo della fioritura, dedicherò molte delle prossime righe a come fotografarla e viverla al meglio, ma anche a qualche informazione meno nota.

Com’è andare in Islanda a giugno? Il periodo meno famoso ma tra i più belli

L’Islanda a Giugno è come da noi la primavera, è letteralmente una distesa di colore viola che passa dal glicine al lilla.

Tante sfumature di una stessa tonalità che creano tappeti colorati a perdita d’occhio fino all’orizzonte.

Certamente stiamo parlando di un‘estate islandese, quindi abbastanza fresca, ma ehi! C’è il sole di mezzanotte, vorrai mica perderlo?

Approfondiamo ora la triste realtà che si nasconde dietro questa bellezza paesaggistica.

Perché l’Islanda è invasa dai lupini: triste verità nella bellezza

Devi sapere che questi graziosi fiorellini che copro letteralmente ogni manto erboso islandese, non sono autoctoni dell’Isola. L’introduzione dei lupini in Islanda risale agli anni ’40, quando furono piantati per la prima volta con l’obiettivo di contrastare l’erosione del suolo.

Questi fiori, originari del Nord America, si sono dimostrati incredibilmente efficaci nel migliorare la qualità del terreno grazie alla loro capacità di fissare l’azoto.

Tuttavia, la loro diffusione incontrollata ha sollevato preoccupazioni ambientali significative perché sopprimono la flora nativa, alterano il suolo e hanno anche un impatto sulla fauna.

Perché ti racconto questo lato negativo sulla fioritura dei lupini?

Semplicemente perché diffondere la conoscenza e la giusta informazione rende le persone consapevoli.

Se sai scattare fotografie e ami fotografare i paesaggi, potresti portare questa testimonianza fotografica davanti agli occhi di chi non sapeva.

Proprio come ho fatto io usando le parole in questo articolo.

Saper fare belle fotografie, oltre a essere un diletto, può essere anche strumento di sensibilizzazione.

Come farlo? Organizza un viaggio fotografico, vai sul posto!

Scatta foto bellissime ai paesaggi incontaminati islandesi ma infestati dai lupini.

Quando tornerai a casa, avrai qualcosa in più da raccontare oltre alle bellezze di un viaggio in Islanda, e potrai sensibilizzare le persone che ammireranno le tue fotografie.

Dove fotografare i lupini in fiore in Islanda?

viaggio fotografico islanda
  • Reykjavík: anche nelle aree urbane come la capitale, i lupini sono presenti in abbondanza. Le colline circostanti offrono punti di vista panoramici eccellenti;
  • Heiðmörk: questa riserva naturale a breve distanza da Reykjavík è un luogo perfetto per trovare vasti campi di lupini in un ambiente tranquillo e (ovviamente) naturale;
  • Hvolsvöllur: situato lungo la costa meridionale, questo villaggio è circondato da ampie distese di lupini che contrastano magnificamente con i campi di lava nera, un vero spettacolo per fotografare i paesaggi;
  • Skagafjörður: questa valle nel nord dell’Islanda è famosa per le sue vedute pittoresche di lupini che si estendono fino alle montagne, imperdibile davvero!

Consigli per fotografare i paesaggi in Islanda

Fotografare i paesaggi islandesi, specialmente durante la fioritura dei lupini, richiede alcune tecniche specifiche per ottenere scatti straordinari:

1. Scegli l’orario giusto per fotografare l’Islanda

La luce è un fattore cruciale nella fotografia di paesaggio. In Islanda, la luce durante l’estate è particolare a causa del sole di mezzanotte.

Le ore dorate (all’alba e al tramonto, che sono molto tardi la sera o tanto presto la mattina da essere ancora notte) offrono una luce morbida e calda che esalta i colori dei lupini e crea lunghe ombre in grado di dare movimento e tridimensionalità alla foto.

Il problema è essere svegli negli orari giusti!

Più favorevole per i fotografi il periodo invernale invece, in cui anche nelle ore centrali del giorno non c’è mai una luce forte e dura ma sempre morbida e calda, come una perenne ora d’oro.

Certo, si tratta di avere molte meno ore di luce, ma la notte tutti con gli occhi e le fotocamere all’insù nell’attesa della regina dei cieli del nord

2. Usa un treppiede: accessorio indispensabile per un fotografo di paesaggi

Un treppiede è essenziale per ottenere immagini nitide, specialmente durante le ore di scarsa illuminazione.

Inoltre permette di sperimentare con le lunghe esposizioni per catturare il movimento delle nuvole o dell’acqua (in Islanda sono elementi che non mancano mai).

cascate islanda

3. Impostazioni della fotocamera che tutti i fotografi di paesaggi dovrebbero conoscere

  • Apertura: Un’apertura media (f/8 a f/11) è ideale per mantenere una buona profondità di campo, assicurando che sia i lupini o altro soggetto in primo piano sia il paesaggio sullo sfondo siano a fuoco.
  • ISO: Mantieni l’ISO il più basso possibile (100-200) per ridurre il rumore nelle immagini.
  • Velocità dell’Otturatore: Regola la velocità dell’otturatore in base alla luce disponibile. Per paesaggi statici, una velocità più bassa (1/30s o meno) è sufficiente, mentre per soggetti in movimento, potrebbe essere necessario aumentare la velocità.

4. Composizione nella fotografia di paesaggio: regole d’oro per un viaggio fotografico in Islanda

  • Regola dei Terzi: Posiziona i lupini o comunque il soggetto in primo piano in uno dei terzi inferiori dell’inquadratura per creare un senso di profondità e interesse.
  • Linee Guida: Usa le strade, i fiumi o le linee delle montagne per guidare l’occhio attraverso l’immagine.
  • Prospettiva: Sperimenta con diverse prospettive, come scatti a livello del suolo, per enfatizzare i fiori in primo piano o viste aeree per mostrare la vastità dei campi di lupini.

Se ami fotografare i paesaggi ma non conosci a fondo le regole e le tecniche di questo genere fotografico, ti consiglio il nostro corso di Paesaggista Advanced, ti insegnerà moltissimo.

paesaggista advanced corso di fotografia

Cosa vedere in Islanda per fotografie incredibili

Oltre ai lupini, l’Islanda offre una vasta gamma di paesaggi spettacolari che meritano di essere fotografati. Questi paesaggi hanno di bello che puoi fotografarli in qualsiasi stagione dell’anno: dalla più fredda alla più mite.

In ogni momento dell’anno, se organizzi un viaggio fotografico in Islanda, ti consiglio questi tra i paesaggi più imperdibili:

  • Geysir e Strokkur: Questi geyser situati nell’area geotermica di Haukadalur sono famosi per le loro esplosioni d’acqua calda che possono raggiungere fino a 30 metri di altezza.
  • Cascate: Gullfoss, Seljalandsfoss e Skógafoss sono solo alcune delle cascate più impressionanti dell’Islanda. Ogni cascata offre un’opportunità unica per scatti drammatici e suggestivi.
  • Laguna Glaciale di Jökulsárlón: Questo luogo è noto per i suoi iceberg galleggianti e la luce incredibile, soprattutto durante il tramonto e l’alba.
  • Parco Nazionale Þingvellir: Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, questo parco è ricco di storia e bellezze naturali, tra cui la faglia tra le placche tettoniche nordamericana ed eurasiatica.
  • Spiagge di Sabbia Nera di Vík: Le formazioni rocciose di Reynisdrangar e le onde dell’oceano Atlantico creano uno scenario drammatico e indimenticabile.

Conclusioni sul fotografare paesaggi in Islanda

Spero di averti fatto venire una gran voglia di partire per questa destinazione remota, naturale e imperdibile per ciascun fotografo di paesaggio.

Un viaggio in Islanda è bello sempre, in qualsiasi stagione dell’anno. Il paesaggio muta, le bellezze variano e un fotografo di paesaggi avrà sempre pane per i propri denti, certo di non tornare a casa a bocca asciutta.

Cosa aspetti allora? Organizza il tuo prossimo viaggio e scegli l’Islanda!

Sono curiosa di vedere i tuoi scatti se sarai felice di condividerli con me.

E ricorda che se hai voglia di partire, ma vorresti farlo con altre persone che condividono la tua stessa passione, ci abbiamo pensato noi.

Per dare a tutti gli amanti della fotografia di paesaggio l’opportunità di partire con il nostro team e con un gruppo di persone con gli stessi interessi, abbiamo organizzato questo favoloso viaggio in Islanda in collaborazione con Si Vola.

Noi ti insegneremo sul campo tutte le tecniche e le chicche per fare delle ottime fotografie di paesaggio. I ragazzi di Si Vola penseranno a guidarci nei luoghi più belli d’Islanda.

Cosa aspetti? Vieni con noi!

Un abbraccio,

Vicky Elia


Se anche per te la fotografia di viaggio è più di una passione, è una necessità, dai un’occhiata ai corsi della nostra Travel Photography Academy: trasforma le tue foto in veri capolavori che lascino tutti a bocca aperta!

Banner Travel Photography Academy

Spericolata, iperattiva, curiosa, ma anche riflessiva, emozionale, romantica. Un casino, insomma. Nel viaggio le mie due anime trovano pace, e nel lavoro come copywriter da remoto, con i miei tempi e le mie modalità, trovo la mia dimensione lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Migliora le tue foto di viaggio GRATIS! Ricevi subito via email la

Guida esclusiva:
6 trucchi per foto di viaggio epiche 📕

+ la snap card sulla fotografia di viaggio e una sorpresa...🎁